Novità Conservatorio Offerta formativa Eventi International Amministrazione trasparente Booking Contatti
A- A A+

Docenti

Francesco Erle

Informazioni

Francesco Erle

Esercitazioni corali
Curriculum Vitae.

Conseguiti i diplomi in pianforte con E.Mabilia e G.Gorini e in Composizione cum laude con W.Dalla Vecchia e contemporaneamente con B.Coltro, studiato Clavicembalo e Basso Continuo con B.Sachs e seguiti corsi internazionali di Direzione, intreccia attività di compositore e direttore soprattutto con la sua Schola S.Rocco (che fonda nel 1993), complesso con attività concertistica in varie formazioni e grande repetorio, che collabora da oltre 10 anni con Sir Andra Schiff e la sua Cappella Barca, per produzioni di Mozart, Schubert, Beethoven per il Festival al Teatro Olimpico, e recentemente l'integrale della sei ultime Messe di Haydn.
Ha diretto in Italia, Germania, Francia, Austria, Svizzera, per Stagioni Concertistiche e Festival, tra cui Biennale di Venezia, Festival della Fenice, Festival di Bologna, Festival di Steyr, Festival di Gstaad, Festival Galuppi, spesso editando e dirigendo prime esecuzioni in epoca moderna o opere ineseguite (come Sinfonia e Cori per Edipo Re di Pacini incisi per Accademia Olimpica, o Concerto per Archi di Malipiero 1954 per Fondazione Cini), collaborando con compositori per prime esecuzioni (E.Morricone per „Pietre“ con M.Brunello e Ensemble Italiano di Percussioni, W.Dalla Vecchia per „Kyrie e Gloria“ con Orchestra del Teatro Olimpico, G.Bonato per Lied das Laerche e altre composizioni, Tadini per Requiem_#2065 con il Coro della Fenice per La Biennale di Venezia, Valtinoni, Troncon per M.Goldin e Linea d'Ombra,  Priori...).
Ha curato ricostruzioni di opere antiche rimaste mutile come i due Concerti per due violini da La Cetra di Vivaldi (per Arte dell'arco e Giovanni e Federico Guglielmo incisi per Dynamic), o l'Opera Marina di Malombra di Bossi assieme a Pierangelo Valtinoni (data al Comunale di Bologna), e curato edizioni per l'esecuzione come per Messa in re di Pergolesi con Gemma Bertagnolli.
Ha con la Schola collaborato con direttori d'orchestra (A.Schiff, N.Muus, L.Spierer, G.Andretta, G.B.Rigon…), solisti (M.Brunello, S.Pirgu, A.Nakajima, Ziesak, Richter …), Registi (De Bosio, Mentha, De Fusco, Michieletto, Gandini...), Orchestre (Cappella Andrea Barca, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, Accademia di San Rocco, Orchestra del Teatro Olimpico, Filarmonia Veneta, Streicher Akademie Bozen, Orchestra Monteverdi, I Solisti dell'Olimpico, Il Tempio Armonico, Archicembalo Ensemble...).
Le incisioni da lui dirette hanno colto successo preso la critica e premi dalla stampa specializzata, come per   Chori per Edipo di Gabrieli (tutta la stampa nazionale), Metabolè con S.Tasca (Premio Audiophile sound), Missa Jazz di Impulliti (con P.Fresu, T.Tracanna, G.Trovesi e P.Favre), Messiah, fino a I Predatori Musica Perduta, Choral Fireworks, e l'ultimo W.dalla Vecchia opere Sacre, dato con S.Celeghin, con cui collabora stabilmente da oltre venti anni.
Ha inciso con Tactus, Velut Luna, Nuova Era, Naxos, Soul Note, Agorà.
Tra le critiche e citazioni per Schola S.Rocco e lui, vuole ricordare “eccellenti” , “uno dei migliori gruppi europei che io conosca” (intervista di András Schiff a E.Singer, e al pubblico del Teatro Olimpico), “davvero strepitosi” (M.Materassi, Arena di Verona), “ottime dinamiche e intonazione” (A.Bellini, Il Corriere Musicale, Bologna), “esemplare, mobilissimo e omogeneo, impeccabile in tutte le sezioni e nell'insieme”, “Maiuscola prova... il Coro appare in sintonia perfetta, concentrato e preciso fino al più piccolo dettaglio, virtuosisticamente partecipe, capace di un colore ricco e sfumato” (C.Galla, Giornale di Vicenza).
Come compositore, ha scritto per solisti e gruppi da camera (tra cui „Sette Conversazioni a Montargis“ per viola e pf., oppure „Montecristo 5,4,9“ per clarinetto e pf., „Rime Armoniche“ su Gesualdo da Venosa comissionato e eseguito da Ensemble Musagete,  o „Madregale Variazionie Concerti per Poli Anas“ per doppio quintetto commissionato dal CISA, „Ave Verum Corpus“ per coro eseguito al Carnegie Hall a New York, „Studi per Coro“ con Scola S.Rocco, o il „Te Deum“ per Soprano, doppio quartetto di fiati e 4 cori scritto in occasione del Millenario della Basilica di Torcello, „Fanta-Jones“ commissionato da M.Lincetto di Velut Luna,  o la orchestrazione di due Arie antiche incise da S.Pirgu e Haydn Orchester Bozen diretta da Gustav Kuhn), per orchestra e coro e orchestra (come „Metexeis“ per orchestra d'archi eseguita  in St.Etheldreda a Londra, „Piccola Fantasia di Natal Veneti“ per Orchestra del Teatro Olimpico, o „Tre Canti per Soli, sound file e pubblico“ per Fondazione Zoè), musiche per mostre (come Lettura Tiranna per Musei Civici di Vicenza).
Per il teatro ha scritto le musiche per „Il Gioco del Palazzo“ di H.Burns per CISA Palladio, e i fortunati „Pigafetta: in finis terrae exivit sonus eorum“ e „Odisseo“, di cui è anche autore, e „Eletra“, tutti per il Teatro Stabile del Veneto.
Insegna al Conservatorio di Venezia cui dedica energia per la didattica e la produzione, e per molti progetti come per le celebrazioni per G. Gabrieli nel 2012, e per le Battaglie su canali, rive e ponti “Musica sull'acqua”. Maestro del Coro nelle due edizioni precedenti, nel 2014 è stato Direttore principale del Laboratorio di Musica Barocca a Villa Contarini del Consorzio dei Conservatori del Veneto  per i Vespri Solenni per S.Pietro Orseolo orchestrati da B.Galuppi e eseguiti in Basilica di San Marco.

evenice.it

evenice.it logo

GIVE ME FIVE