Novità Conservatorio Offerta formativa Eventi International Amministrazione trasparente Booking Contatti
A- A A+

Docenti

Maria Gabriella Zen

Informazioni

Maria Gabriella Zen

Teoria, ritmica e percezione musicale
Curriculum Vitae.

Nata il 3 novembre 1957, ha compiuto la sua formazione attraverso studi sia musicali che umanistici, conseguendo i Diplomi di Pianoforte (1977), Musica Corale e Direzione di Coro (1979) e Composizione (1985) presso il Conservatorio “C. Pollini” di Padova, la Laurea in Lettere con tesi in Storia della Musica (1982) e il Dottorato di Ricerca in Linguistica (2012) presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia.
La sua formazione compositiva, intrapresa sotto la guida di Wolfango Dalla Vecchia, è proseguita all'Accademia Chigiana di Siena con Franco Donatoni durante i Corsi Estivi di Perfezionamento del 1982 e 1983.
Nel 1986 la sua opera da camera Don Perlimplino e Belisa nel giardino su testo di Garcia Lorca è risultata finalista al Concorso di Composizione Karl Maria von Weber di Dresda.
Nel marzo del 1993 il Quartetto Arditti ha eseguito al Teatro La Fenice di Venezia il suo quartetto Liederkreis.
Nel novembre 1993, con il brano Salmi per soprano solo, si è classificata nella terna dei finalisti dell’Olympia International Composition Competition di Atene.
E’ stata scelta per rappresentare l’Italia al 3° Workshop per Artisti della UE organizzato nell’ottobre 2003 da Eu-art-network ad Oslip (Austria). Il suo brano In der Wüste per mezzosoprano, contralto e percussioni è stato eseguito durante il concerto finale e trasmesso dall’ORF.
Nella Primavera del 2004 ha partecipato – assieme ad altri dieci Compositori Europei - alla composizione della suite 11-Eleven, commissionata per celebrare la memoria delle vittime del terrorismo e per celebrare l’entrata delle nuove Nazioni nell’ Europa Comune il 1° maggio 2004, con l’XI° brano (Finale: Pax luminosa pax).
L’8 ottobre 2004 ha partecipato in rappresentanza dell’Italia al Concerto di musiche nuove di compositori europei che ha inaugurato la Sala Rossi del ricostruito Teatro La Fenice.
Invitata a varie edizioni di 'Nuove Musiche d'Europa', rassegna di musica contemporanea che Eu- art-network organizza annualmente presso le Sale Apollinee del Teatro La Fenice, ha composto Canzona magnetica (2006) e Die Linien des Lebens... (2007) per i Virtuosi della Fenice (il Settimino delle Prime Parti dell'Orchestra)
Ha collaborato con importanti registi del teatro italiano (Gianfranco de Bosio, Carlo Cecchi, Bepi Morassi, Stefano Pagin, Damiano Michieletto) scrivendo musiche di scena per spettacoli dei più vari autori, da Ruzante a Hugo Pratt. Nel 1989 ha vinto il Premio Orione Nuove Proposte Musicali di Radio3 per le musiche di scena delle Baruffe chiozzotte di Goldoni nell'edizione de Bosio - Luzzatti - Calì.
Dal 1989 al 2006 è stata la compositrice stabile del Teatro “A l’Avogaria” di Venezia.?Dal 27 al 31 ottobre 2008 ha tenuto, nell'ambito del Laboratorio Internazionale "Mediterraneo" del Settore Teatro della Biennale di Venezia, il Seminario di Composizione di Musiche di Scena "Studio su Orlando". Orlando di Virginia Woolf, riduzione teatrale e regia di Stefano Pagin, ha poi debuttato il 22 febbraio 2009 nell' ambito del 40° Festival Internazionale del Teatro della Biennale di Venezia. Nel 2011 lo spettacolo è stato ripreso nella versione per un solo attore (Stefano Scandaletti) con il titolo Orlando-Orlando ed ha vinto il Premio OFF 2011 del Teatro Stabile del Veneto e, nel settembre 2012, il Premio nazionale Argot OFF 2012.
Nell’ottobre 2006 ha avuto grande successo la lettura integrale del Milione di Marco Polo suddivisa in 4 puntate - con la direzione artistica di Gianfranco de Bosio, le immagini di Lele Luzzati e le sue musiche per flauti e percussioni - realizzata dal Teatro Fondamenta Nuove di Venezia e pubblicata in DVD nel 2008 a cura della Regione Veneto.
Altrettanti consensi ha riscosso la lettura integrale delle Bucoliche di Virgilio realizzata, in collaborazione con Gianfranco de Bosio, per il FestivaLetteratura 2007 di Mantova: gli allievi della Scuola del Piccolo Teatro di Milano hanno “recitato-cantando” le dieci Egloghe accompagnati dai musicisti del Conservatorio di Mantova, in una rivisitazione contemporanea dell’antica fusione musica-poesia. (Mantova, Palazzo d’Arco, 5/8 settembre 2007)
Nel giugno 2007 il suo progetto per un'opera nuova, sostenuto dall’ Istituto Italiano per l’ Opera e la Poesia di Verona, è risultato vincitore del bando per il Programma Cultura 2007-2013 dell’Education, Audiovisual & Culture Executive Agency di Bruxelles. Il libretto dell'opera Chronos paràdoksos (2007/2010), scritto assieme a Gianfranco de Bosio, ha vinto, il 17 ottobre 2012, l'VIII Premio Giacomo Matteotti della Presidenza del Consiglio dei Ministri (Sezione II - opere letterarie e teatrali), assegnato annualmente a opere che illustrino gli ideali di fratellanza tra i popoli, di libertà e di giustizia sociale.
Nel novembre 2008 l’Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano, diretta da Stanley Dodds, voce recitante Stefania Felicioli, ha eseguito al Teatro Dal Verme il melologo Ultime rime d'amore basato sul Canzoniere di Gaspara Stampa per Bartolomeo Zen (1551-54).
Nel gennaio 2010 è stato eseguito alle Sale Apollinee del Teatro La Fenice il suo videomelologo Il Regno dei Fanes, su testi tratti dalle lettere dal fronte di Giuseppe ed Eugenio Galante (1915-1917). Video realizzato da Margot Galante Garrone da foto della Prima Guerra Mondiale sulle Dolomiti.
La Biennale di Venezia le ha commissionato, nell'ambito del 54° Festival Internazionale di Musica Contemporanea, Don Giovanni, variazioni sul mito, sette variazioni per coro femminile, percussioni e organo in una stanza lontana, che è stato eseguito a Palazzo Pisani durante l'Evento inaugurale (Opera-Labirinto Don Giovanni a Venezia) il 23, 24 e 25 settembre 2010.
Il 6 luglio 2013 ha partecipato con Canzona a tre su un tema di Giovanni Gabrieli alla “Maratona per Bruno”, organizzata per commemorare Bruno Maderna dal Teatro La Fenice di Venezia e dall'Ex Novo Ensemble nell'ambito del Festival “Lo Spirito della Musica di Venezia”.
Dal 1981 collabora stabilmente con il Teatro La Fenice di Venezia in qualità di Maestro alle luci.
Nel 1994 ha iniziato la collaborazione con il Laboratorio Interdisciplinare per le Scienze Naturali ed Umanistiche della SISSA (Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati) di Trieste,diretto da Claudio Magris.?Due delle conferenze da lei tenute sono state pubblicate nei Quaderni della SISSA: Legge naturale, caso e ordine: Arnold Schoenberg dalle leggi dell'armonia all'invenzione della dodecafonia e Reti fantastiche - aure scientifiche nella musica di Ligeti.
Nell'ottobre 2010 è entrata a far parte del Comitato Scientifico dell'Istituto Internazionale per l'Opera e la Poesia di Verona.
Scrive musica per l'immagine per le Edizioni Flippermusic.

Born on 3rd November 1957, Maria Gabriella Zen studied both Music and Humanities.?She graduated in Piano (1977), Choral Music and Choral Conducting (1979) and Composition (1985) at the Conservatory of Music in Padua; she graduated in Italian Literature with a thesis about Music History (1982) and got a PhD in Linguistic (2012) at the “Ca' Foscari” University of Venice.
She started on her training in Composition with Wolfango Dalla Vecchia and continued with Franco Donatoni at the "Chigiana" Music Academy in Siena during the Summer Specialization Courses in 1982 and 1983.
In 1986, the chamber opera she wrote for her final Composition Degree The Love of Don Perlimplino and Belisa in the garden based on a text by Garcia Lorca, was among the finalists of the Karl Maria von Weber Composition Competition in Dresden.
In March 1993, the Arditti String Quartet played her Liederkreis at "La Fenice" Opera House.
In November 1993 her composition Salmi for Solo Soprano was included among the finalists of the Olympia International Composition Competition in Athens.
In October 2003 she represented Italy in the 3rd Workshop for EU artists, organized by Eu- art-network in Oslip (Austria). Her composition In der Wüste (in the Desert) for Soprano, Alto and three Percussionists was played during the final concert and recorded by the ORF.
In Spring 2004, together with ten European Composers, she was chosen to write 11- Eleven, a suite of 11 short pieces to commemorate the victims of terrorism and to inaugurate the enlargement of Europe (Eleventh fragment – Finale: Pax, luminosa Pax).
On the 8th October 2004 she was invited to partecipate with her music to the inaugural concert of the new Sala Rossi of the rebuilt La Fenice Opera House.
Since 1988 she has collaborated regularly with theatre directors such as Gianfranco de Bosio, Bepi Morassi, Damiano Michieletto, Carlo Cecchi and Stefano Pagin. She has also collaborated with the "Teatro a l’Avogaria” in Venice, writing incidental music for varied texts, from Italian Renaissance comedies to Waiting for Godot by S. Beckett. Her scores for Le Baruffe Chiozzotte (The Chioggia Scuffles) by Carlo Goldoni, directed by Gianfranco de Bosio (10 Variations for String Quartet), was awarded with the Orion-New Musical Proposals Prize by RAI-Radio3 in 1989.
Performances such as The Million by Marco Polo (Venice, Fondamenta Nuove Theatre, 2006) and The Eclogues by Virgil (Mantua, FestivaLetteratura- The Literature Festival, 2007) directed by de Bosio, include her incidental music which has been very successful and which has provided a new way of interpreting classical masterpieces. The DVD of Marco Polo's The Million was released by the Veneto Region in 2008.
In October 2008 her masterclass "Studio su Orlando" (A Study on Orlando) on composing incidental music for theatrical plays, organized by La Biennale di Venezia during the International Theatre Workshop entitled “Mediterraneo” (Mediterranean), had as its theme the composition of the music for Orlando by Virginia Woolf. The world première of Orlando took place during the 40° International Theatre Festiival of the Venice Biennial, on the 22nd February 2009. Then it became a “one-man-show” for the actor Stefano Scandaletti with the new title Orlando-Orlando; in October 2011 it won the Teatro Stabile del Veneto OFF PRIZE 2011, in September 2012 it won the ARGOT OFF PRIZE 2012.
In June 2007 her project for a new opera, Chronos paradoksos, presented by the International Institute for Opera and Poetry (IIOP) of Verona, received the EU financial support by the EACEA ( Education, Audiovisual and Culture Executive Agency - Cultural Programme 2007 – 2013).
In October 2012 the libretto was awarded with the VIII Giacomo Matteotti Prize from the Prime Minister (Presidenza del Consiglio dei Ministri).
In November 2008 “I Pomeriggi Musicali Orchestra”, conducted by Stanley Dodds, performed her melologue Ultime rime d'amore, based on Gaspara Stampa’s Canzoniere (Love-Songbook) for Bartolomeo Zen (1551-54) at the Dal Verme Theatre in Milan.
In January 2010 her video-melologue Il Regno dei Fanes (The Kingdon of the Phanes) with a video by Margot Galante Garrone) for soprano, flute/bass-flute and percussions was performed at the Sale Apollinee of La Fenice Opera House.
La Biennale Musica of Venice commissioned her a new composition for the 54th International Festival of Contemporary Music: Don Giovanni, variazioni sul mito, seven Variations for Female Chorus, Percussions and Organ in a faraway room has been performed during the Opening of the 2010 Festival (Opera – Labirinto Don Giovanni a Venezia) at Palazzo Pisani, on the 23rd, 24th and 25th September 2010.
She writes production music for Flippermusic.