Novità Conservatorio Offerta formativa Eventi International Amministrazione trasparente Booking Contatti
A- A A+

A un anno dall’acqua granda

 

Venezia

 

 

12 novembre 2019 – 12 novembre 2020

 

A un anno dall’acqua granda

 

 

GRAZIE!

Fondazione di Venezia (Fondazione Cariplo, Associazione delle Casse di Risparmio e Fondazioni Italiane, Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo, Fondazione Cassa di Risparmio della Provincia di Viterbo, Fondazione Varrone Cassa di Risparmio di Rieri, Fondazione Cassa di Risparmio di Bolzano), Principe Badr bin Farhan Al Saud (donazione con destinazione vincolata al Museo come da sue precise indicazioni e nel frattempo utilizzati per l’emergenza acqua alta e pertanto da stornare nel momento in cui ci sarà la disponibilità finanziaria), Ministero Istruzione Università e Ricerca, Fondazione Ermenegildo Zegna, Fondazione Cà Foscari, Save Venice Inc., Fondazione Teatro del Maggio, Centro Studi Euterpe Mousikè, Associazione Corale Cantori Veneziani, Associazione Culturale Coro il Mondo nella Voce, Barcor 17 s.r.l., Studio Legale Associato Ticozzi, I.C. F. Mochi, Bambini della Scuola Marco Polo di Spinea, BNI “I do Mori”, BNI “Il Leone di San Marco”, BNI “Marco Polo”, BNI “Lidi dei Dogi”, Cavina Chiara, Felluga Donatella, Nordio Silvia, Benco Fiorella, Gemmani Marco e Rinaldi Maria Cristina, Gozzi Marco e Brocero Paola, Zar Nicoletta, Massari Silvana e Tagliati Giancarlo, Citti Alessandra, Frau Andrea e Martina Luedin, Padoan Alessandro, Maurizio Messina, Bridi Marta, Rosolen Daniela e Feltrin Fulvio, Inner Wheel.

 

E’ con profondo senso di riconoscenza, apprezzamento e gratitudine che ci rivolgiamo in questo anniversario ai benefattori che hanno ascoltato il nostro grido di aiuto di un anno fa. Grazie a Voi abbiamo raccolto un totale di € 343.144,22. Altri € 127.523,00 verranno accreditati a saldo di € 280.000,00 che la Fondazione di Venezia ha destinato al recupero dei danni subiti alle strutture e al patrimonio librario del Conservatorio, in base allo stato di avanzamento lavori, per un totale complessivo pari ad € 470.667,22.

 

Fino ad ora si sono sostenuti i seguenti costi per un totale pari ad € 221.165,56, di cui € 86.818,34 da saldare a breve per gli interventi legati al patrimonio librario:

 

  • Trasporto e asciugatura per liofilizzazione e pressatura volumi (2940) e manoscritti (455) a Bologna e a Firenze presso ditta specializzata e presso la Biblioteca Nazionale € 40.656,50;
  • Contratto di servizio con archivista esterno € 30.500,00;
  • Progetto restauro n. 40 volumi su 2940 bagnati ed asciugati € 2.500,00;
  • Costo restauro n. 40 volumi (base d’asta da aggiudicare) € 38.335,45;
  • Costo esami chimici copertine e pagine danneggiate € 1.884,96;
  • Spolvero e asportazione muffe volumi custoditi in archivio € 11.712,00;
  • Rilegatura e pressatura volumi danneggiati non da restaurare e costo acquisto cartelline nuove per manoscritti € 14.945,00;
  • Contratto di servizio con microbiologo per controllo costante microclima locale archivio € 3.328,00;
  • Deumidificatore industriale e sistema di scambio automatico aria locale archivio € 3.172,00 (solo deumidificatore per mancato recapito costo scambiatore d’aria);
  • Riparazione climatizzatori locale archivio € 750,00;
  • Ripristino sistema antincendio e centralina svuotati e danneggiati a causa dell’allagamento € 13.490,76;
  • 2 interventi di desalinizzazione e lubrificazione guide e armadi compattatori con asportazione di una fila degli stessi in archivio biblioteca € 11.407,00;
  • Costo di costruzione (da liquidare) vasca antiallagamento limite metri 2,30 sul medio mare e sistema svuotamento automatico in locale archivio biblioteca € 48.482,89.

A questi vanno aggiunti altri € 167.872,33 per spese strutturali, ovvero per danni agli impianti, ai pavimenti, alle suppellettili in genere non legati alla biblioteca, per un totale complessivo di costi pari ad € 389.037,89.

Purtroppo non sono ancora quantificati i costi relativi al restauro di quella parte dei 455 manoscritti che hanno subito i maggiori danni e che, sottoposti ad asciugatura per liofilizzazione a Firenze, sono in fase di rientro a causa del procedimento molto lento adottato dalla Biblioteca Nazionale per limitare al massimo i danni residui. Si prevede che la spesa supererà ampiamente le somme a disposizione.

Le informazioni ad oggi ricevute sullo stato di conservazione dei volumi bagnati, sia a stampa che manoscritti, ci consentono di pronosticare con ragionevole sicurezza il completo recupero di ogni pagina bagnata dall’acqua alta, nei tempi e nei modi che saranno indicati dagli addetti ai lavori.

Si fa notare che dallo Stato si sono ottenuti fondi pari a € 39.680,50 ma che lo Stato stesso ha poi incassato ben € 70.154,37 di IVA che per il Conservatorio rappresenta un costo in quanto non deducibile.

 

Si ringraziano sentitamente tutti i tecnici che a vario titolo hanno collaborato e sono intervenuti a sostegno del nostro patrimonio librario, in particolare: Silvia Pugliese della Biblioteca Nazionale Marciana di Venezia e il direttore Stefano Campagnolo; Alessandro Sidoti della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Settore Tutela Conservazione Prevenzione e Restauro e il suo direttore Luca Bellingeri.

Un commosso ringraziamento va infine a tutti coloro i quali sfidando le intemperie, in condizioni climatiche difficili, spesso a piedi nudi ed a rischio della loro salute, sono intervenuti spontaneamente sin dalle prime ore del giorno successivo per aiutare nel fondamentale compito di primo recupero e messa in sicurezza dei volumi bagnati: docenti, personale amministrativo ed ausiliario, allievi del Conservatorio, studenti provenienti dagli atenei veneziani e di terra ferma, privati cittadini provenienti ogni dove. Solo grazie alla tempestiva e preziosa opera di queste persone è stato possibile salvare i volumi bagnati da un’assai probabile perdita definitiva; a tutti loro va il nostro più sentito ringraziamento.

 

Il Presidente del Consiglio di Amministrazione

Dott. Giovanni Giol

Scarica il file allegato:

evenice.it

evenice.it logo

GIVE ME FIVE

pagopa

pagoda